Seghetto alternativo pneumatico: non serve più l’elettricità

seghetto alternativo pneumaticoQuando e perché scegliere il seghetto alternativo pneumatico?
Quali sono i vantaggi che offre?
Come scegliere adeguatamente un seghetto alternativo ad aria compressa?
Tutte queste saranno le domande a cui daremo una risposta in questo articolo. Infine avrai pure modo di conoscere tre allettanti offerte che ti permetteranno di risparmiare sul costo di acquisto dei seghetti alternativi pneumatici.

Non perderti le offerte dedicate a questi seghetti alternativi ad aria compressa. Approfittane e scopri di più su questi prodotti cliccando su “Scopri l’offerta”.
 
Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2019 13:18

Seghetto alternativo ad aria compressa: quando è necessario utilizzarlo?

Non sempre è possibile utilizzare gli elettroutensili. Il loro utilizzo dipende dall’elettricità. Senza corrente sono utili solo come oggetti di scena. E non essendo possibile usare sempre l’elettricità come fonte di alimentazione (ad esempio non è possibile nei luoghi particolarmente umidi) ecco che allora subentra la necessità di utilizzare un utensile pneumatico.
Quindi se il seghetto alternativo elettrico non si può utilizzare e hai comunque bisogno di un utensile in grado di garantire continuità di funzionamento (continuità che non possono garantire i modelli a batteria) allora non hai altra alternativa che optare per i seghetti ad aria compressa.
Poi, naturalmente, c’è chi avendo già un compressore preferisce un seghetto alternativo pneumatico ad uno elettrico o a batteria.

Seghetto pneumatico: quali sono i vantaggi?

Prima abbiamo visto quando è necessario utilizzarlo vista l’impossibilità di usare gli elettroutensili e l’insoddisfazione nell’usare i modelli a batteria. Adesso vedremo nello specifico quali sono i vantaggi che offre il seghetto alternativo pneumatico.
A differenza degli dei seghetti elettrici e dei seghetti a batteria sono meno soggetti a guasti. Offrono prestazioni “stabili” qualsiasi sia il materiale da tagliare (ma è necessario scegliere il compressore giusto) e sono anche più leggeri. Inoltre si scaldano meno.
E costano pure poco? Sì, come puoi vedere qui.
Di contro hanno la necessità di essere riforniti d’aria. Quindi bisogna avere con sé un compressore. Questo potrebbe essere un limite anche per via dello spazio che lo stesso compressore occupa.

Come scegliere un seghetto alternativo pneumatico?

Molto importante è la scelta del compressore. Per un utilizzo hobbistico la scelta standard è un modello da 50 litri. Tuttavia ce ne sono anche di minori. Ricorda però che minore è la capienza del serbatoio e minore sarà il tempo di utilizzo del seghetto alternativo pneumatico. Visto che l’aria si esaurisce prima in un compressore da 8 litri, ad esempio, rispetto ad uno da 50 litri. Una volta esaurita l’aria bisogna quindi aspettare che il serbatoio si riempia di nuovo. Quindi ci sarà una pausa. Con un compressore da 8 litri le pause sarebbero di certo più frequenti.

La velocità di esaurimento dell’aria dipende anche da un altro fattore, ovvero la portata. Questa viene indicata solitamente in l/min. Più è elevato questo valore e in minor tempo l’aria si esaurirà. Ad esempio se a pari capacità di serbatoio un compressore vanta una portata di 70 l/min ed un altro di 140 l/min, va da sé che l’aria finirà prima nel compressore che vanta la portata maggiore (quindi in quello da 140 l/min).

Come fare a capire qual è la portata d‘aria giusta?
In ogni seghetto alternativo pneumatico viene indicata la quantità di aria necessaria. Se devi utilizzare pure altri utensili ad aria compressa ti basterà sommare i valori della portata per poi moltiplicare il tutto per 1,50. Tale risultato indicherà la portata necessaria che deve avere il compressore ideale.